Tu sei qui

Massaggio Ayurvedico

Nasce in India contornato da molteplici pratiche secondo la filosofia ayurvedica per la cura e prevenzione dei disturbi e per il ringiovanimento. Testi antichi narrano di pratiche ayurvediche datate 8000 anni prima di Cristo.

 

Il massaggio è indispensabile per tutte le persone e in tutti gli stadi della vita: bambini, adulti, anziani, handicappati e sportivi.

E' desiderio di tutti godere di buona salute. Uno dei principali mezzi per mantenere questa condizione è quello di avere un corpo in cui le sostanze nutrienti circolino nel migliore dei modi e le tossine vengano eliminate facilmente. Il cibo fornisce i nutrienti e l'esercizio fisico e il massaggio intervengono affinchè la circolazione di queste sostanze sia appropriata. Il massaggio rinnova le risorse interne del corpo favorendo la formazione delle proteine, la trasformazione degli zuccheri in glucosio e la sintesi degli enzimi biochimici, aumenta la circolazione e ridona attraverso l'eliminazione delle sostanze di rifiuto e dei gas corporei, uno senso di benessere, di gioia e ispirazione. Rilassando muscoli, tendini, ossa, favorisce il sonno.

 

In occidente sta crescendo la popolarità del massaggio con il crescere degli agenti inquinanti i quali rendono il nostro sistema nervoso più sensibile e irritato e più complesso lo smaltimento delle tossine.

Il tocco piacevole di un'altra persona, unito a propositi di guarigione, può fare miracoli. Frizionando la pelle, il corpo si scalda e fluidifica il sangue. Per le persone che non possono praticare esercizio fisico il massaggio diventa fondamentale. Il massaggio incrementa la produzione dei globuli bianchi, degli anticorpi e la capacità di adattamento a repentini cambiamenti di temperatura. Combatte l'invecchiamento precoce, riduce le rughe, ridona elasticità e sofficità alla pelle e agilità alle articolazioni. Aiuta a mantenere in equilibrio i tre umori o energie biotipologiche definiti in Ayurveda, Dosha: Vata, Pitta, Kapha, ognuno dei quali governa un gruppo di organi e sistemi del nostro corpo.

 

Per il massaggiatore, il massaggio dovrebbe essere un esercizio fisico. Un buon massaggio richiede energia vitale (Prana). I movimenti vigorosi stimolano forza e tono muscolare e l'aumentata sudorazione purifica il corpo dalle tossine. Il respiro e il divagare frettoloso della mente rallentano. Da una manovra all'altra il massaggiatore si muove come in una danza in armonia, nel prendersi cura del ricevente. Tale ricerca di una condizione di salute e armonia da parte del massaggiatore, trasmette energia vitale e benefica al ricevente e favorisce il processo di auto guarigione.

In India il massaggio dei neonati è assolutamente fondamentale. Secondo il Sushruta Samhita, prima ancora di tagliare il cordone ombelicale si fa un massaggio al neonato per pulirlo dai residui della membrana che ricopre il bambino. La tradizione suggerisce di praticare questo massaggio facendo rotolare sul bambino una palla di pasta fatta di farina integrale e acqua grande quanto un limone e si aggiunge poi dell'olio di mandorle per renderla morbida e nutriente per la pelle del bambino. Il massaggio con la palla di pasta continuerà fino al trentesimo giorno di vito dopodichè si passerà al massaggio con le mani: Fino al diciottesimo mese il massaggio deve essere praticato tutti i giorni, successivamente potrà essere fatto a giorni alterni.

 

Il massaggio Ayurvedico agisce a livello fisico sostenendo tutti i sistemi del corpo, immunitario, respiratorio, nervoso, circolatorio, muscolare, scheletrico digestivo, linfatico e a livello mentale promuovendo il rilassamento della mente, contribuendo all'emersione di stati emozionali legati ai Chakra.

L'esperto operatore ayurvedico sapientemente adatterà le manualità, le tecniche e i preparati erboristici nati in India per la costituzione corporea indiana, dove il clima e le condizioni di vita sono talvolta estreme, alle esigenze delle costituzioni corporee dei diversi paesi del mondo.

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer