Tu sei qui

Dieta Kousmine

Il metodo Kousmine fornisce una vera e propria terapia per il ripristino e il mantenimento della salute ottimale. Gli elementi fondamentali del metodo sono sostanzialmente quattro:

 

una sana alimentazione
integrazione alimentare
igiene intestinale
lotta contro l'anormale acidificazione dell'organismo
La dott. Kousmine è stata un'accurata ricercatrice ed ha esercitato la professione di medico per tutta la vita. Il suo programma affronta la malattia non come un evento a sé stante, ma tiene conto della personalità, dello stile di vita, delle abitudini alimentari del malato. Il cibo ha lo scopo di aumentare le difese naturali contro gli agenti patogeni e di consolidare lo stato di salute, il benessere psico-fisico della persona. Privilegio viene quindi dato all'aspetto preventivo analizzando il rapporto profondo che c'è tra il modo di nutrirsi e lo stato di salute generale dell'organismo permettendo alle persone sane di prevenire le malattie e migliorare il loro stato di salute

L'alimentazione Kousmine va iniziata gradualmente oppure dopo un digiuno di 6 giorni, a giudizio del medico. Iniziare bruscamente un cambio alimentare può creare eccesso di gas intestinale, addome gonfio, lingua bianca, fenomeni di inappetenza.

 

Se non viene fatto il digiuno, occorre

ricostruire la flora batterica intestinale, secondo le indicazioni del vostro medico
diminuire drasticamente i grassi saturi eliminando carni bovine, insaccati, diminuire i latticini (solo yogurt magro e poco latte scremato non a lunga conservazione = 150 cl al massimo);
introdurre olio extravergine di oliva spremuto a freddo come unico condimento oltre ad un cucchiaio di olio di girasole bio spremuto a freddo
colazione abbondante a base di frutta e una proteina (yogurt, tofu o ricotta molto magra) la colazione ideale è la crema Budwig;
aumentare gradualmente le verdure crude e cotte;
introdurre gradualmente i legumi iniziando con piccole quantità e a giorni alterni, poi in quantità maggiori;
introdurre gradualmente i cereali integrali iniziando con riso semintegrale e con piccoli quantitativi di farro, orzo, e altri cereali nelle minestre; proseguire introducendo due volte alla settimana il riso integrale e successivamente, dopo un paio di settimane usare solo cereali integrali
Nel caso di digiuno:
La dottoressa Kousmine consiglia di iniziare la dieta con un digiuno di sei giorni, accompagnato da enteroclismi quotidiani allo scopo di svuotare completamente l'intestino e prepararlo a rinnovare la sua flora batterica e a stimolare l'organismo, depurandolo nello stesso tempo da intossicazioni e acidità. Durante questo periodo possono riemergere dolori o sintomi di attacchi precedenti della malattia: non sono segnali negativi, ma solo normali manifestazioni della trasformazione che il digiuno opera nell'organismo.

 

Il digiuno kousminiano non è totale:

colazione:200 cc di succo di frutta fresco
mezzogiorno: 200 cc di succo di verdure
sera: 200 cc di succo di verdure o succo di frutta fresco
acqua: circa 2 litri
E' importante che i succhi siano appena spremuti e senza polpa. Il digiuno deve essere seguito da una dieta particolare altrimenti si ritorna rapidamente ala situazione precedente. L'ultima sera di digiuno mangiare una mela poco prima di andare a letto

 

Primo giorno dopo il digiuno:
colazione: una mela
metà mattina: un altro frutto
pranzo e cena: insalata di verdure miste con olio e limone
Altri giorni della prima settimana:
colazione: frutta
pranzo: verdure miste con olio e limone
cena: frutta e verdure
Negli ultimi due giorni della prima settimana introdurre 80 gr. di pesce cotto al vapore a mezzogiorno.

Nella seconda settimana:
colazione: crema Budwig a colazione (mezza porzione nei primi due giorni), senza latticini
metà mattina: un altro frutto
pranzo:riso semintegrale con verdure crude e cotte con olio e tamari o limone; 100 gr. di pesce al vapore e un paio di volte uovo alla coque
cena: verdure crude o cotte anche in minestra
Negli ultimi due giorni introdurre un po di legumi ben cotti.

 

Nella terza settimana:
Come nella seconda, continuando ad evitare carne e latticini, che reintrodurre gradualmente nella quarta settimana; riso integrale a mezzogiorno e piccoli quantitativi di farro, orzo, ecc. nelle minestre della sera

Dopo un altro paio di settimane usare solo cereali integrali.

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer