Tu sei qui

Acque Mariane

"...la malattia non attende un rimedio dall'esterno ma una comprensione profonda dalla quale scaturisce la possibilità di una guarigione di tutti i piani dell'essere attraverso una risonanza che ciascun individuo trova con frequenze di luce che gli sono necessarie e che un'acqua gli conduce. Un' acqua informata dalla luce di un corpo in cui piani non conoscono alterazioni, cadute, malattie, un corpo di assunzione che è la memoria della nostra origine.

 

Quest'acqua agisce su di noi come su ogni organismo vivente e ricolegga l'uomo al suo ambiente riconducendolo a Dio."

Dottoressa Enza Maria Ciccolo
La dott.ssa Enza Ciccolo ha scoperto che le fonti sacre presenti nei luoghi di apparizione mariana possiedono TUTTE le sette frequenze di base su cui - secondo la scuola francese di auricolomedicina del dott. Nogier risuonano i vari tessuti biologici. Tali frequenze sono:

 

Frequenza A (ca. 2,5 Hz) energia di tipo elettrico, frequenza di base dei tessuti, corrisponde alla cellula, alle mucose, alla pelle.
Frequenza B (ca. 5 Hz) energia di tipo magnetico, regola le funzioni respiratorie, digestive ed endocrine - tranne quelle surrenaliche.
Frequenza C (ca. 10 Hz) energia di tipo magnetico-polarizzata, regola le funzioni circolatorie, muscolari ed ossee, il sistema renale e genitale.
Frequenza D (ca. 20 Hz) energia conduttrice di tutte le altre energie, regola l’equilibrio delle simmetrie, cioè il bilanciamento tra i due emisferi.
Frequenza E (ca. 40 Hz) energia di tipo magnetico-polarizzata, regola le funzioni dell’apparato neurologico e neurovegetativo.
Frequenza F (ca. 80 Hz) energia di tipo magnetico, regola i centri della sottocorteccia cerebrale che comandano le funzioni della frequenza E, è correlata alla sensazione di sentirsi a proprio agio o a disagio.
Frequenza G (ca. 160 Hz) energia di tipo elettrico, corrisponde alla coscienza, è influenzata da tutte le altre frequenze ma a sua volta è in grado di influenzarle.
Le acque sacre a sette frequenze sono dette “a luce bianca” (o anche “Acque Bianche”) e possono essere suddivise secondo la risonanza con i 4 elementi:

Acqua di Lourdes, elemento terra, predominano le frequenze A-G, è adatta alla purificazione
Acqua di Montichiari, elemento acqua, predominano le frequenze B-F, stimola l’elevazione energetica e spirituale dell’essere
Acqua di Medjugoije, corrispondente all’elemento aria, predominano le frequenze C- E, favorisce l’assimilazione corretta di ossigeno ed alimenti,
Acqua di San Damiano, elemento fuoco, predomina la frequenza D, generalmente utilizzata in disequilibri del sistema nervoso (vedi. “L’energia delle acque a luce bianca”, E. Ciccolo - Mediterranee).
Nel baricentro delle piramidi energetiche si trova sempre dell'acqua. A Lourdes, a Fatima, a Medjugorije, a San Damiano, a Montichiari (BS) troviamo l'acqua ed é sempre un'acqua carica di energie utili all'uomo.

Acqua di Lourdes

L'acqua di Lourdes che scaturisce sotto la grotta dell'Apparizione, é un'acqua che é adatta alla purificazione, è un lavacro universale ed é molto utile alla patologie della pelle. E' un buon calmante per il sistema nervoso centrale, purifica e favorisce la guarigione delle malattie della pelle: allergie, eritemi, eczemi, herpes, foruncoli, bruciori, punture, arrossamenti, Fuoco di Sant'Antonio.

 

Normalmente viene utilizzata versando direttamente alcune gocce sul punto interessato, di solito al mattino appena alzati. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese quest'Acqua è associata all'elemento Terra ed ha caratteristiche Yang.

Il più noto santuario Mariano è quello di Lourdes, ai piedi dei Pirenei, in Francia. L’11 febbraio 1858, in quella cittadina la Madonna apparve a una ragazza di quattordici anni di nome Bernadette Soubirous. La giovane era andata, con la sorella Maria e un’amica, a cercare legna. Entrata in una grotta, alla periferia dell'abitato, vide una signora bellissima, vestita di un lungo abito bianco con una fascia azzurra ai fianchi e il rosario tra le mani.

 

Da quel giorno e fino al 26 luglio dello stesso anno, la Madonna apparve a Bernadette altre 17 volte. Nell’apparizione del 25 febbraio, disse alla ragazza di andare alla fonte a lavarsi e a bere. Ma non c’erano fonti, non c’erano sorgenti. La Signora indicò un punto esatto. La ragazza vi si recò e poiché non vedeva acqua cominciò a scavare con le mani. Poco dopo, da quella piccola buca scavata da Bernadette cominciò a scorrere acqua in abbondanza. Un cieco si bagnò gli occhi con quell’acqua e riacquistò la vista all’istante. Cominciò così la storia della prodigiosa acqua della Madonna di Lourdes, oggi famosa in tutto il mondo.

A Lourdes arrivano ogni anno circa sei milioni di pellegrini. Molti sono infermi e vengono immersi, per un bagno, nelle piscine dove è raccolta l’acqua che sgorga dalla fonte miracolosa. Sono migliaia e migliaia le guarigioni avvenute all’improvviso in seguito a quel bagno. E di quelle guarigioni, una settantina sono state riconosciute dalla Chiesa come portentosi miracoli.

 

Anche la Scienza si è interessata delle guarigioni che avvengono a Lourdes. L’acqua prodigiosa è stata sottoposta a tutte le analisi scientifiche possibili, che non hanno mai messo in risalto niente di straordinario. Un fatto tuttavia ha sempre sconcertato gli scienziati. Nell’acqua delle piscine di Lourdes entrano ogni giorno centinaia di ammalati. La sera l’acqua è sporca e torbida, ma priva di germi. Nessun ammalato è mai stato contagiato durante quei bagni.

Negli ultimi anni, l’acqua di Lourdes è stata studiata anche da scienziati che si avvalgono di metodi di ricerca nuovi, e i risultati ottenuti sono interessanti. La dottoressa Enza Ciccolo, biologa. laureatasi a Pisa, ha lavorato nei laboratori di varie università e in quelli dell’Istituto Mario Negri di Milano, ha studiato per 7 anni a Lione in Francia, presso il Centro del professor Paul Nogier, neurofisiologo, fondatore della auricolomedicina, apprendendo le tecniche e le teorie che riguardano gli influssi della luce sul corpo umano.

 

Altri esperimenti interessanti sull’acqua di Lourdes sono stati compiuti anche dal ricercatore giapponese dottor Emoto Masaru.

Acqua di Medjugorje

L'acqua di Medjugorje sgorga nella fontana accanto alla chiesa dell'Apparizione della Madonna, avvenuta nel 1981, e lavora sul piano fisico e spirituale, permettendo all'uomo l'elevazione spirituale. Utilizzata nelle patologie del sistema deambulatorio e come riequilibrante fisico e spirituale, nella regolazione di ossa e muscoli, nei problemi cardiovascolari e reumatici, nelle patologie del sangue, genitali ed urinarie. Utile anche per nevralgie, nevriti e paralisi periferiche.

Acqua di Montichiari

A Montichiari l'acqua della sorgente presente sul luogo dell'Apparizione si é caricata di un'energia adatta alla nutrizione, quindi utile all'assimilazione degli alimenti e dell'ossigeno e per la loro equilibrata utilizzazione.

 

A San Damiano é l'acqua del pozzo, anche qui vicino all'apparizione, che conserva questa grande energia utilizzabile in caso di problemi legati alla corteccia cerebrale: allontana gli stati d'ansia e il nervosismo.

Acqua di Asbesto

L'acqua Asbesto proviene da ruscelli e fonti incontaminati, è un'acqua di trasmutazione, favorisce i cambiamenti e aiuta a lasciare andare il vecchio per poter accedere al nuovo. Può essere utilizzata nella ricerca spirituale della propria strada.

 

L'acqua di Santa Maria alla Fontana sgorga dagli undici ruscelli collocati sotto l'altare dell'omonima chiesa in Milano. E' molto utile nei problemi di deambulazione e riattiva quei processi di ricambio che tendono a ristagnare per eccesso di materia pesante.

Questi sono solo alcuni esempi di come può operare l'acqua che é stata informata mediante grandi eventi spirituali.

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer